Pellicce di cane e gatto per produrre borse, giocattoli ed indumenti

Fai la tua parte!



					
					

Voiceless Friends

In vista della scioccante indagine all'interno dei mattatoi e mercati della carne, rivelata dall'organizzazione per i diritti degli animali Animal Equality, ho potuto fare esperienza diretta della terribile tortura fisica e psicologica a cui questi animali sono soggetti.
Più di 10 milioni di cani e 4 milioni di gatti vengono uccisi ogni anno in Cina per la loro carne e la loro pelliccia. La crudeltà di questa pratica è completamente ingiustificabile.
Ci sono milioni di persone come noi, in tutto il mondo, che considerano il massacro di cani e gatti per il consumo umano o per il mercato delle pellicce completamente inaccettabile. Io, inoltre, chiedo al governo Cinese di eradicare questa crudele attività.

Distinti saluti,

[firma]

Firmando accetti le nostre condizioni sulla privacy.
644,491 Firme

Condividi con i tuoi amici:

   

Diffondi

Firma la petizione

Distinto Professore di Scienze Animali all’Università dello Stato del Colorado

Stati Uniti d’America

Ho scritto circa cinquanta commenti su video di maltrattamento degli animali nella ricerca, agricoltura, ”intrattenimento”, educazione, e così via, ma questo video sul macello dei cani è senza dubbio il peggiore, il più orribile e il più malvagio che io abbia mai visto.

In molti casi, gli animali sono stati tagliati mentre erano ancora vivi e coscienti. Più orrendo è il fatto che in Cina, così come in Nord America e in Europa, i cani sono animali domestici e compagni. Eppure, non si è dimostrata nessuna preoccupazione né rispetto per gli animali. Il legame tra uomini e cani è trattato con totale disprezzo, anche tenendo conto del fatto che alcuni cinesi in effetti mangiano i cani. Lo stabilimento dove  la macellazione ha luogo è buio, sporco, e orribile. Le persone che lavorano lì sembrano totalmente indifferenti verso quello che stanno facendo.

Se fosse vera l’analisi psicologica enunciata per la prima volta da San Tommaso d’Aquino, cioè che chi maltratta gli animali dopo lo farà con la gente, come la psicologia moderna suggerisce, non vorrei mai incontrare uno di questi lavoratori del macello in un vicolo buio.

bernard-rollin