Pellicce di cane e gatto per produrre borse, giocattoli ed indumenti

Fai la tua parte!



					
					

Voiceless Friends

In vista della scioccante indagine all'interno dei mattatoi e mercati della carne, rivelata dall'organizzazione per i diritti degli animali Animal Equality, ho potuto fare esperienza diretta della terribile tortura fisica e psicologica a cui questi animali sono soggetti.
Più di 10 milioni di cani e 4 milioni di gatti vengono uccisi ogni anno in Cina per la loro carne e la loro pelliccia. La crudeltà di questa pratica è completamente ingiustificabile.
Ci sono milioni di persone come noi, in tutto il mondo, che considerano il massacro di cani e gatti per il consumo umano o per il mercato delle pellicce completamente inaccettabile. Io, inoltre, chiedo al governo Cinese di eradicare questa crudele attività.

Distinti saluti,

[firma]

Firmando accetti le nostre condizioni sulla privacy.
644,866 Firme

Condividi con i tuoi amici:

   

Diffondi

Firma la petizione

Presidente, Sentient – Istituto Veterinario per l’Etica Animale

Australia

“I cani mostrati dimostrano una marcata e generalizzata patologia cutanea (compresa l’alopecia – perdita di pelo), ipercheratosi (ispessimento della pelle) e iperpigmentazione (depositi in eccesso di pigmento all’interno del tessuto cutaneo). Tali cambiamenti della pelle sono caratteristici di una malattia cronica della pelle, più comunemente correlati ad una malattia facilmente curabile, come parassiti esterni (ad esempio acaro della scabbia, acaro demodex e pulci) e associati a infezioni batteriche e fungine. La pelle può diventare una fonte di dolore e prurito cronici, e può portare a una riduzione della funzione immunitaria.

Si è visto un cane lottare contro un palo e ululare, ciò è segno di stress e minaccia successivamente accresciuti quando una torcia viene puntata sul volto.

Si sono visti due cani seduti in una gabbia a un paio di metri di distanza da uno dei dipendenti mentre egli scorticava altri cani che erano stati appena macellati. I cani sono stati esposti a rilevanti fattori di stress tra cui il rumore innaturale della lama utilizzata nel processo di scorticamento, la vista e l’odore del sangue di animali della stessa specie macellati. Entrambi i cani sembravano completamente areattivi e con sguardi abbassati. Uno dei cani ha lanciato brevemente lo sguardo verso il suddetto dipendente e poi ha riportato lo sguardo abbassato. La loro mancanza di risposte motorie, vocali e i loro sguardi abbassati sono coerenti con un’impotenza acquisita.”

katherine-van-ekert