Pellicce di cane e gatto per produrre borse, giocattoli ed indumenti

Fai la tua parte!



					
					

Voiceless Friends

In vista della scioccante indagine all'interno dei mattatoi e mercati della carne, rivelata dall'organizzazione per i diritti degli animali Animal Equality, ho potuto fare esperienza diretta della terribile tortura fisica e psicologica a cui questi animali sono soggetti.
Più di 10 milioni di cani e 4 milioni di gatti vengono uccisi ogni anno in Cina per la loro carne e la loro pelliccia. La crudeltà di questa pratica è completamente ingiustificabile.
Ci sono milioni di persone come noi, in tutto il mondo, che considerano il massacro di cani e gatti per il consumo umano o per il mercato delle pellicce completamente inaccettabile. Io, inoltre, chiedo al governo Cinese di eradicare questa crudele attività.

Distinti saluti,

[firma]

Firmando accetti le nostre condizioni sulla privacy.
640,850 Firme

Condividi con i tuoi amici:

   

Diffondi

Firma la petizione

Giorno 2

“Il Mercato”, Bai Wen area, Sud-ovest di Ghanzhou

Guidai per circa un’ora verso la zona nord di Guanzhou. Il mercato era di quelli tipici, con alcuni animali, principalmente venivano vendute anatre e galline. Trovai l’area in cui venivano venduti gatti e cani e riuscii a filmare apertamente. Sia i gatti che i cani erano rinchiusi in piccole gabbie metalliche, per loro era difficile muoversi ed erano costretti a stare in ambienti molto stretti.

Diversamente dai cani venduti nel ‘mercato all’ingrosso’ di Guangzhou Jinrong Livestock, tutti gli animali che vidi qui davano l’impressione di essere totalmente sottomessi. Non erano aggressivi, ma molto spaventati e cauti nei confronti delle persone che cercavano di avvicinarsi alle loro gabbie di ferro. I gatti erano ammassati l’uno sopra all’altro, cercando disperatamente di trovare un po’ di conforto tra i loro compagni.

Ebbi davvero l’impressione di quanto questi animali avvertissero che le loro vite erano in grande pericolo, e che il loro unico modo per scappare era quello di pregare gli umani per un po’ di compassione.

diary2